sabato 8 marzo 2008

Quando il pensiero fresco rompe il guscio

Tempo fa sono andato a vedere un film con un collega. Il film era strano, complesso, difficile da seguire nella sua logica, a volte sconclusionato. Per tutta la sera il mio amico continuò a criticarlo, descrivendone a volte un particolare ed a volte un altro. Questo atteggiamento continuò per i quattro giorni seguenti. Egli non perdeva l’occasione di ricordare il film e sottolineare quanto non gli fosse andato a genio. Ad un certo punto io gli dissi: “che ti sia piaciuto o no, ti rendi conto che non hai smesso di parlarne da quando siamo usciti dal cinema?”

Se un’idea è fresca e nuova non si può pretendere che piaccia immediatamente. Specialmente si ci troviamo di fronte a qualcosa di “veramente” nuovo, non abbiamo la possibilità di confronto. Non c’è un elemento con il quale valutarlo, paragonarlo, soppesarlo. Ci poniamo di fronte al mondo, infatti, con le nostre aspettative e siamo portati a giudicarlo a seconda di quanto questo vi rientri. Queste aspettative sono una specie di “guscio” nel quale rinchiudiamo la realtà, per poterla controllare meglio.

Bene: il pensiero fresco rompe il guscio. E cosa succede se rompo il guscio di un uovo? Escono l’albume ed il tuorlo, si espandono, e questo può creare qualche problema. Era meglio avere l’uovo integro, gestibile. Ma se non lo rompo non potrò creare, con quello che c’è dentro, una magnifica (e squisita) torta. Ecco perché l’uovo va rotto.

Se produci pensiero fresco qualche uovo lo devi rompere. E devi anche aspettarti che qualcuno non sia per nulla contento di ciò che stai facendo. E’ il prezzo da pagare per essere innovativi. Trovare un nuovo modo di risolvere un problema significa rompere un guscio. Proporre una linea d’azione diversa da quella abituale significa rompere un guscio. Coinvolgere una persona nuova significa rompere un guscio. Assegnare un compito nuovo a qualcuno che non l’ha mai svolto significa rompere un guscio.

E tu quanti gusci rompi? Ma non solo: quanti gusci sei disposto a farti rompere dagli altri? Gioca a rompere gusci, che siano tuoi o degli altri. Non tenerli intatti a lungo, perché il loro contenuto non sarà fresco in eterno: meglio farlo uscire subito ed utilizzarlo. Combatti la tentazione di avere le uova integre: saranno belle da vedere ma non farai la torta. Ama la rottura delle uova: sulle prime ti sembrerà un po’ destabilizzante ma poi, quando ci sarà la torta pronta, vedrai: tutti cambieranno idea.


Writing by Diego Agostini/Commitment - All Rights Reserved

8 commenti:

Valeria ha detto...

Bella quest'immagine dell'uovo, perfetto nella sua bellezza formale, che va rotto per poterne ristrutturare l'essenza e fruirne appieno!

Francesco ha detto...

A me è successa esattamente la stessa cosa quando ho visto "Pulp Fiction" per la prima volta. Ne ero letteralmente schifato. Poi è diventato il mio film preferito. Mi stavo giusto chiedendo se questo meccanismo non potesse riguardare anche altri ambiti della nostra vita, da quanto scrivi mi sembra di si. Ma qual era il film che siete andati a vedere..??? Curiosità.....!

Anonimo ha detto...

Ottima metafora vista in tutti e due i sensi: anche il tuorlo e l'albume stanno bene nel loro guscio. Anche per loro e' difficile uscire dalla loro normalita'. Ma la frittata si fa con molti ingredienti che insieme contribuiscono alla buona riuscita del lavoro. Occorre rompere il guscio degli altri per vederli nella loro totalita', ma occorre anche rompere il proprio guscio per permettere agli altri di integrarsi.

Andrea

Anonimo ha detto...

bellissimo!

Elena

Mario ha detto...

la metafora dell'uovo è perfetta ma sono molto più interssato alla Fresh Thinking Philosophy...ecco perchè:
1. ne sono un inconsapevole seguace (forse da quando ero un bambino)
2. sono convinto che le grandi idee nascano dalle piccole osservazioni che conducono a piccole intuzioni...fino alle grandi intuizioni
3. ...leggo riviste di tutti i tipi (e non sono abbonato a nessuna...) compro sempre cibi diversi e ogni volta che posso cambio strada
4. in un angolo di casa mia ho uno spazio con dei postit dove scrivo delle idee anche se non hanno senso...eccone alcune...(le più sensate):
a) immagina un'automobile in grado di rimanere sempre pulita all'interno mediante l'inversione del sistema di ventilazione....immette aria nell'abitacolo normalmente oppure l'aspira dall'interno espellendola all'esterno assieme alla polvere...(tipo aspirapolvere)
b) immagina un format televisivo dove una medesima situazione viene vista succedere in 4/5 paesi diversi....ex: uno perde la patente di guida....per avere il duplicato...quanto tempo ci vuole, quanto costa, quanto è complicato... in Italia, in Francia, in Spagna ecc...... o anche.... acquistare una casa, iscrivere un figlio a scuola, avere un rimborso assicurativo....

Frequenterò il tuo blog volentieri...

ciao
Mario
PS: continua così...non porti mai alcun limite

Lucia ha detto...

Ciao Diego,

Gia` leggendo il tuo blog mi sono sentita addosso la voglia di freschezza. Provero` ad allenarmi un po’… in attesa delle prossime riflessioni


Lucia

annie ha detto...

Diego, hai detto bene, se può essere difficile per ognuno di noi rompere il guscio, sicuramente farselo rompere dagli altri lo è molto di più. Viviamo quest'azione come una critica, invece un punto di vista diverso, anche opposto, può aprire la strada al nuovo.
This is Fresh Thinking too, right?
Annie

Valentina ha detto...

Diego, questa tua riflessione ne suscita in me altre due:
- come faccio a rompere il guscio?
- come gestisco ciò che libero dal guscio?
La tecnica da utilizzare per la rottura del guscio è ben nota soprattutto alle persone che come me spesso hanno fatto un gran pasticcio nel rompere le uova; è necessario un colpo deciso, secco, che non dubita. Per liberare il pensiero fresco bisogna 'avere carattere' assumere una posizione chiara e decisa che non lasci spazio a dubbi. La seconda riflessione rigurda la gestione di albume e tuorlo al fine di raggiungere il nostro obiettivo (la tanto desiderata torta). Ciò che libero deve essere coccolato, ma soprattutto gestito nel modo corretto in funzione delle sue caratteristiche. Solo una gestione 'intelligente' degli ingredienti che escono dal guscio mi permette di raggiungere l'obiettivo garantendone la sua qualità. I pensieri freschi vanno gestiti e rispettati per quello che sono! Continua così DIEGO!